Filtro olio, scegliere il prodotto giusto.

filtro olio

Filtro olio Nonostamte tutti sappiano che esista, continua ad essere sconosciuto. Una delle condizioni essenziali per il buon funzionamento di un motore a combustione è la lubrificazione costante degli organi meccanici in movimento a mezzo dell’olio motore, che come abbiamo visto nell’articolo precedente oltre ad avere il compito di lubrificare e raffreddare, ha anche il compito di raccogliere le particelle microscopiche prodotte dall’usura degli organi meccanici e i residui di combustione e di mantenerle in sospensione. Il filtro olio ha lo scopo di depurare continuamente l’olio, eliminando le polveri metalliche…continua a leggere

 

Motore: Lo scarico (prima parte)

scarico

L’argomento riguardante gli impianti di scarico non è sicuramente dei più semplici, occorre un minimo di accenno a fenomeni “fisici” che cercheremo, di esporre in modo semplice, inoltre essendo molto vasto, onde “appesantire” troppo, lo divideremo in più parti. Le prestazioni in un motore a combustone interna dipendono, in gran parte, dal rendimento volumentrico, ovvero dalla quantità di aria (e carburante) utilizzata durante un ciclo, tanto maggiore è la quantità di aria introdotta tanto maggiore è la quantità di energia del combustibile bruciato e di conseguenza la potenza sviluppata. in…continua a leggere

 

Manutenzione: Lubrificazione della catena

trasmissione catena

Premettendo di essere fermamente contrario agli “spray adesivi” per la lubrificazione veloce della catena, di seguito illustrerò, secondo il mio “credo”, la corretta manutenzione della catena. Un lubrificante, in quanto tale, non dovrebbe essere “adesivo” o perlomeno per essere più precisi non dovrebbe essere “appiccicoso”, mentre alcuni prodotti, di questo tipo oggi in commercio, lo sono. Un lubrificante per catene deve avere la proprietà di penetrare tra gli interstizi della quale la stessa è dotata, essere adesivo per mantenere il “velo” sottile attaccato alle piastrine e ai rullini, deve resistere…continua a leggere

 

Trasmissione: La catena

catena

Nel precedente articolo che riguarda la riduzione delle masse non sospese, c’è una sezione che fa riferimento alla catena e su come intervenire su di essa. Quì di seguito analizzeremo come ottenere un buon risultato, senza sacrificare la qualità. Definizione Una catena è composta da una successione di maglie interne e di maglie esterne collegate fra di loro in modo da poter articolare liberamente (Regina Chain) Scegliere il prodotto adatto Su internet si trovano centinaia di offerte diverse per catene di trasmissione; sono rosse, oro, nere, di marca o ignote,…continua a leggere

 

Sospensioni: SAG e Precarico

precarico

Nelle competizioni, la regolazione dell’assetto del veicolo è uno degli aspetti più determinanti ai fini della prestazione. Partendo dal presupposto che nella regolazioni dell’assetto intervengono molti fattori in relazione tra loro, fa di questo, un argomento alquanto complesso che per essere affrontato, in modo corretto, richiede la comprensioni di alcuni concetti fondamentali Di seguito, familiarizzeremo con i terminiSAG e Precarico cercando di spiegare il loro significato nell’ambito della regolazione di assetto della moto. Definizioni Il SAG (abbassamento) o anche Ride Height, letteralmente tradotto in “altezza di marcia” si riferisce (in…continua a leggere

 

Come ridurre le masse NON sospese

Visto il perchè è importante ridurre le masse non sospese, (vedi: articolo precedente) vedremo adesso come farlo. Nonostrante in alcuni casi sia praticamente impossibile ottentere una riduzione di peso apprezzabile (es pneumatici, olio dei freni) c’è la possibilità di intervenire su alcune parti ed ottenere dei buoni risultati. Ovviamente per ciascun argomento, esistono in commercio soluzioni più o meno valide, più o meno costose, più o meno efficaci, tutto sta a scegliere la soluzione più adatta, purchè questa non sia MAI a scapito delle sicurezza. Dischi freno: Si possono adottare…continua a leggere

 

Perchè ridurre la massa NON sospesa

Considerando che ridurre la “massa sospesa” di un veicolo è comunque importante per migliorarne prestazioni e guidabilità, e che le sospensioni ci aiutano a compensare gli eventuali “sovrappesi” (argomenti che certamente affronteremo nei prossimi articoli), in questo articolo voglio affrontare l’aspetto della “massa non sospesa” che, secondo me, è sicuramente più complesso, ma che aiuta a comprendere alcuni concetti chiave dell’argomento “masse”. Ridurre la massa non sospesa, può essere riassunto semplicemente in: Minore è il peso della massa non sospesa e migliore sarà la capacità dei pneumatici di rimanere a…continua a leggere

 

Massa sospesa e massa non sospesa

Con il termine “massa sospesa” (in inglese “sprung mass“) si intende la massa delle parti che compone un veicolo e che grava sulle sospensioni, le “massa non sospesa” (in inglese “unsprung mass” si intende, invece, la restante massa del veicolo a diretto contatto col terreno. Per fare alcuni esempi, il manubrio, il serbatoio, la sella il telaio stesso, il motore, etc fanno parte della massa sospesa, le ruote, i dischi dei freni, le pinze dei freni, gli ammortizzatori stessi (perlomeno una buona parte di essi) il forcellone, la corona, etc,…continua a leggere

 

Copyright © 1996-2010 desmomania.it. All rights reserved.
iDesmo theme by solutiontech.it srl | Powered by WordPress