Con il termine “massa sospesa” (in inglese “sprung mass“) si intende la massa delle parti che compone un veicolo e che grava sulle sospensioni, le “massa non sospesa” (in inglese “unsprung mass” si intende, invece, la restante massa del veicolo a diretto contatto col terreno. Per fare alcuni esempi, il manubrio, il serbatoio, la sella il telaio stesso, il motore, etc fanno parte della massa sospesa, le ruote, i dischi dei freni, le pinze dei freni, gli ammortizzatori stessi (perlomeno una buona parte di essi) il forcellone, la corona, etc, fanno parte della massa non sospesa.
Il concetto di per sè è semplice, ma è spesso fonte di confusione; non è infatti raro sentire parlare di scelte “tecniche” atte a migliorare le condizioni del mezzo, ma che in realtà hanno l’effetto opposto, oppure di leggere su blog e forum, discussioni che affrontano l’argomento con punti di vista “opposti” rispetto al dovuto.
Ma quanto e come, tutto questo influisce sul comportamento della nostra moto?
Rispondere a questa domanda in modo completo ed esaustivo non è semplicissimo, cercherò di farlo dividendo la risposta in più argomenti che pubblicherò nei prossimi giorni.